Alla scoperta della porta del Gargano

Sarà per la posizione: il Mare davanti e il Gargano alle spalle, latitudine e longitudine le incognite dell’equazione della stagione ideale. Che dura tutto l’anno. Un castello sulla spiaggia, e non è di sabbia; il Corso e il passeggio pedonale tra le mille luci e i neon dei negozi; tre Porti per scegliere i selfie dell’aperitivo; le chiese, l’Abbazia e la Basilica dei miracoli, dei mosaici e della trasparenza. La notte infinita, la luna di giada e l’eterea leggerezza dell’essere di quaggiù.  

La visita di Manfredonia inizia con una descrizione del Castello Svevo Angioino Aragonese e Museo Archeologico Nazionale che custodisce le famose “Stele Daune” ed altri reperti dell’antica Sipontum. Al momento il Castello è in fase di restauro, pertanto non è possibile visitare le sale ma solo i camminamenti interni. Successivamente la visita proseguirà per il borgo marinaro con il caratteristico Arco Boccolicchio, antiche abitazioni dei pescatori, che si sviluppa lungo Via Maddalena, per poi proseguire fino al Palazzo San Domenico in Piazza del Popolo, sede del Municipio e dove sono custodite all’interno della Cappella della Maddalena i 77 reperti archeologici della “collezione Rizzon” e l’acquerello di Chatelet che raffigura Manfredonia, oltre ad una serie di affreschi di pregevolissima fattura di epoche diverse. Imponente il Duomo della Cattedrale di San Lorenzo Maiorano, edificato nel XVII secolo sui resti di un edificio di culto medievale, fu terminato solamente nel XVIII secolo ed ancora oggi conserva l’originaria decorazione. Di fianco al Duomo è presente l’innovativo Museo Diocesano, inaugurato di recente, è un nuovo polo culturale, nato nel contesto di un territorio, quello di Siponto-Manfredonia, ricco di una lunga e grande tradizione di fede e di storia.

L’Antica Basilica di Siponto è un gioiello dell’arte Romanico pugliese, di struttura a pianta quadrata, con due chiese indipendenti di cui una interrata la cripta, due absidi a vista poste sulle pareti sud e est, un portale monumentale rivolto ad ovest verso la strada che entra in Manfredonia, databile per le sue caratteristiche all’età medievale. L’interno della chiesa è databile all’XI secolo. Il Parco è un’Area archeologica di grande rilevanza che testimonia l’importanza raggiunta dall’antica Siponto in epoca romana (colonia dal 194 a.C.), quando assunse al ruolo di uno dei principali porti della Regio II. I notevoli resti strutturali della basilica paleocristiana, con pianta a tre absidi e pavimento a mosaico, ci ricordano che proprio qui sorse una delle più antiche diocesi della regione.

Guida/Accompagnatore turistico abilitato in lingua italiana: Euro 5,00 a persona

Guida/Accompagnatore turistico abilitato in lingua inglese/francese: Euro 7,00 a persona

Lascia un commento

SCARICA COUPON

è gratuito e senza impegno!

TEMPO RIMASTO - OFFERTA LIMITATA!

L'OFFERTA E' VALIDA IN:
VIA SAN LORENZO 112 71043 Manfredonia (FG) - Tel. 0884660558 - Mail: dauniatur@gmail.com